SENZA SANKARA

uno spettacolo di teatro, danza e musica africana

 

con

Kady Coulibaly, Daouda Diabate, Bintou Ouattara, Ibrahim Ouattara, Siriki Ouattara, Moussa Sanou e Alidou Yanogo

 

diretti da Filippo Ughi

con la collaborazione artistica di Serge Aime Coulibaly

musiche composte ed eseguite dal vivo da Moussa Sanou


Tra il 1984 e 1987 in Burkina Faso si è scritta una delle più entusiasmanti pagine del XX secolo. Thomas Sankara immagina per il paese più povero del mondo un avvenire libero e indipendente, lontano dal saccheggio delle potenze coloniali, rifiuta la carità ipocrita che oggi sommerge l'Africa e mette la cultura e la" decolonizzazione delle menti" al centro del suo agire politico. Viaggia per il mondo in classe economica e attraversa il paese con la sua Renault 5 presidenziale. E' un chitarrista. Ha pochi amici. Muore a 38 anni. Assassinato.

 

"Senza Sankara" è uno spettacolo originale, intenso e appassionato, adatto a ogni tipo di pubblico, ricco di spunti originali e poetici, Racconta i drammi dei nostri giorni dal punto di vista, stranamente insolito, dei più deboli, e chiede ai linguaggi delle culture africane di accompagnarci nel racconto di un tentativo di sovvertimento e ribaltamento di tutti gli ordini mondiali, passati, presenti e futuri...

 

 

Progetto vincitore dell'Avviso pubblico MigrArti

 

logo_Migrarti_DEF_004_-_Copia.jpgLogoMiBACT2013.jpg

 

in collaborazione e partnership con il Comune di Osnago(LC), Associaizone Ale G.-dalla parte dei bambini ONLUS", MLAL Progetto Mondo, Centro"L'angolo giro", Teatro Invito, Festival Caffeine – incontri con la danza, Espace Culturel Gambidi-Ouagadougou


 

PRIMI SALTI

LABORATORIO INTERCULTURALE DI DANZA-TEATRO PER BAMBINI
DIRETTO DA BINTOU OUATTARA

 

La danza d'espressione africana offre l'opportunità di lavorare sul proprio corpo in modo divertente ed espressivo.
Un riscaldamento, sia a terra che in piedi, prepara ad apprendere sequenze coreografiche che prendono spunto dalle tradizioni delle danze dell'Africa Occidentale (Burkina Faso, Mali, Ghana, ecc.).
Nelle lezioni si arriva ad elaborare un linguaggio comune che parla del corpo, della sua potenza, energia, flessibilità oltre ogni colore e provenienza.

Bintou_-_Copia.jpg
Si lavora sulla pulsazione, sulla flessibilità della colonna vertebrale, sull'elasticità, sulla dinamica e sul ritmo del singolo e del gruppo.

Proponiamo laboratori brevi (4 incontri 45-60 min) di avvicinamento alla danza alla cultura africana e percorsi più lunghi e articolati che possono prevedere la drammatizzazione/teatralizzazione di una piccola storia e/o la presenza di un percussionista per studiare le prime dinamiche di interazione con la musica.
Numero massimo di partecipanti 20-25 bambini per gruppo.

Per ulteriori informazioni tel. 3383668167 info@piccoliidilli.it

 

 

 

 

DOMENICA 28/2 ore 15,30

TEATRO PARADISE DERVIO (LECCO)

 

SOLE NERO (nostalgia di terre lontane)

con Bintou Ouattara e Filippo Ughi

musica dal vivo composta ed eseguita da Siriki Ouattara


Sole Nero è un viaggio di andata e ritorno nel mistero della cultura africana. Un attore, una danzatrice e un musicista raccontano tre storie per allontanarci dalle nostre quotidianità e viaggiare verso le radici profonde della cultura umana, alla ricerca di un centro caldo, unico, di energia profonda e sincera che ci lega indissolubilmente gli uni agli altri. Ogni persona all'umanità intera.

 

 

 

UOMINI SOLI

Reading teatrale in collaborazione con LIBERA, associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

 

Di Attilio Bolzoni
Con Alberto Bonacina e Filippo Ughi
Musiche dal vivo a cura di Alessandro Rigamonti
Coordinamento del progetto Paolo Cereda
Produzione PICCOLI IDILLI/ACCADEMIA D'ARTE PER L'INFANZIA

 

UOMINI SOLI nasce dalla collaborazione con l'Associazione Libera , associazioni, nomi e numeri contro le mafie. In occasione della presentazione del progetto per portare a Lecco una "pizzeria della legalità" nel punto in cui prima sorgeva la pizzeria "Wall Street", Filippo Ughi e Alberto Bonacina sono stati invtati a presentare il libro "Uomini soli" di Attilio Bolzoni giornalista di Republica già autore di diversi volumi sulla storia della mafia.
Ne è nato uno spettacolo intenso e commuovente che fa della lettura un momento di viva condivisione e riflessione sulla recente storia d'Italia: una storia di ferite ancora aperte e di uomini che, prima di diventare eroi, sono semplicemente uomini. Uomini soli.

 

VISITA (qui a destra) LA NS. SEZIONE SPETTACOLI